Bene il prestito obbligazionario della Toscana, con i Galileo e-bond

News 0 4

Secondo quanto riportati dagli studi di settore, le obbligazioni immesse sul mercato da parte della Regione Toscana, i cosiddetti Galileo e-bond, stanno ottenendo numerosi consensi, difatti l’operazione si è conclusa nel migliore dei modi raggiungendo il collocamento dei primi 465 milioni di euro con relative prenotazioni che potrebbero arrivare a superare i 600 milioni.

Il presidente Martini durante una videoconferenza dalla capitale britannica ha commentato la situazione del prestito obbligazionario, giudicandola assolutamente soddisfacente oltre che foriera di maggiore economicità sia per il gruppo che per gli investitori.

Un tasso dalle sembianze particolarmente vantaggiose quello dei Galileo e-bond, in quanto al momento attuale il tasso si distingue rispetto a quelli spuntati dalle altre Regioni italiane che hanno deciso di percorrere in passato la medesima strada.

In collaborazione con Martini anche l’assessore al bilancio Marco Montemagn, oltre che i rappresentanti dei tre advisor, i quali hanno scelto di curare personalmente il collocamento sul mercato.

Nel dettaglio gli attori principali sono stati Ubs Wartburg, Merril Lynch e Deutsche Bank, apportando di conseguenza l’allocazione anche sui mercati internazionali, dando vita altresì  all’ottimo rating che la Toscana proprio nelle ultime ore ha raggiunto con Standard & Poor’s e Moody’s.

Una condizione questa, che sembra rendere ancora più fiduciosi i rappresentanti che potranno contare sul successo di anche future emissioni di prestiti obbligazionari, difatti da oggi al 2005 la Regione Toscana potrà disporre sul mercato europeo obbligazioni pari addirittura a 1,5 miliardi di euro.

Fonte: Regione Toscana

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna