Nasce il mutuo a rata costante

Casa 0

Comincia ad espandersi in maniera sempre più decisa una nuova formula di finanziamento che combina i vantaggi dei mutui a tasso variabile con quelli dei tasso fisso: il mutuo a rata costante.

Nel dettaglio possiamo dire che si tratta di mutui a tasso variabile capaci di garantire, quindi di tutti i benefici in fatto di economicità tipici di tale formula finanziaria (tanto che si può risparmiare fino a 2 punti percentuali in meno rispetto ai più sicuri ma statici mutui a tasso fisso), eppure la loro rata non cresce nel tempo, nemmeno in un periodo come quello attuale in cui il costo del denaro ha imboccato un indiscutibile trend al rialzo.

Negli ultimi anni infatti, intuendo la volontà della Banca centrale europea (Bce) di spingere i tassi al rialzo, sono stati numerosi gli istituti di credito che hanno iniziato a proporre con decisione tale nuova proposta valida per l’acquisto di immobili e abitazioni.

Alcuni addetti ai lavori lo chiamano mutuo affitto il mutuo a rata costante, avvalorando così la caratteristica che permette ai mutuatari di conoscere preventivamente l’importo dell’intera rata mensile che bisognerà pagare ogni mese per tutta la durata del piano di ammortamento, quasi come se si dovesse far fronte al pagamento di un canone di locazione “bloccato” per 20 o 30 anni, con l’unica differenza (per nulla sottovalutabile), che alla fine del periodo di pagamento la casa diventerà di proprietà.

I prestiti a rata costante su base ventennale, infatti, permettono a fronte di un pagamento compreso tra i 920 e i 980 euro circa, di ottenere un finanziamento per un valore attorno ai 160 mila euro.

Fonte: Panorama

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna