Cei e Abi: prestiti a famiglie in difficoltà

Famiglie 0 6

In seguito ad un recente accordo tra Cei ed l’Abi (Associazione bancaria italiana) si è istituito un fondo di garanzia di ben 30 milioni di euro volto ad assicurare prestiti bancari ad oltre 300 milioni di famiglie che versano in condizioni economiche difficili e precarie.

Una soluzione, questa, per cercare di sopperire nel miglior modo possibile ai danni che la crisi monetaria ha portato nella nostra società, cercando così di dare sollievo a quanti si trovano seriamente alle strette e con continue spese da dover affrontare nonostante la perdita del reddito o la rata del mutuo da onorare.

L’iniziativa della Cei è stata resa nota in un convegno tenutosi sull’argomento e ampliamente spiegata dal segretario generale della Conferenza episcopale, mons. Mariano Crociata, il quale ha voluto bensì anche approfondire il significato di comunione e solidarietà promulgato dalla Chiesa.

Secondo quanto riportato da Crociata, l’Associazione bancaria italiana, pare abbia avuto un ruolo di fondamentale importanza in quanto è proprio quest’ultima ad aver assunto il ruolo di interfaccia con i singoli istituti di credito, garantendo altresì un effetto di decuplicazione delle erogazioni rispetto all’ammontare del fondo per i prestiti alle famiglie precedentemente istituito dai vescovi.

Si tratta di una vera e proprio opportunità per concedere un po’ di serenità alle migliaia di famiglie stroncate dalla crisi economica che ha messo in ginocchio l’economia mondiale in seguito al crollo dei mercati, una sorta di vero e proprio tampone per sostenere e incoraggiare quanti ne hanno davvero bisogno.

Fonte: Tgcom

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna