Diritto al futuro: prestiti agevolati per i giovani

Studenti 0 8

L’1 dicembre 2010 è partito un nuovo progetto di aiuto destinato ai giovani. Il titolo piuttosto evocativo Diritto al futuro sintetizza chiaramente le misure strategiche del programma che prevede un bonus di 5.000 euro a tutte le aziende che assumeranno a tempo indeterminato genitori disoccupati o precari con meno di 35 anni nonché la possibilità di un accesso al mutuo per tutte le giovani coppie con contratti atipici e con un reddito inferiore ai 35 mila euro.

Vediamo più nel dettaglio tutti i “numeri” attesi dal progetto :

  • 19 milioni di euro è l’ammontare delle agevolazioni stanziate con un fondo di garanzia per gli studenti più meritevoli;
  • 20 campus per il job placement nati da accordi tra Regioni e Provincie per i laureati a pieni voti;
  • 10.000 posti di lavoro a tempo indeterminato;
  • 10.000 mutui per giovani coppie precarie;
  • 100.000 di euro a favore dell’impresa giovanile;
  • 20.000 contratti di lavoro per i neolaureati più meritevoli;
  • 30.000 prestiti a fondo garantito elargiti a giovani meritevoli per completare la propria formazione;
  • 68.000.000 di euro di spesa stanziati in coordinazione con gli Enti locali in favore dei giovani.

Già a partire dal primo dicembre 2010 e fino al 31 gennaio 2011 tutte le giovani coppie, i cui componenti non hanno superato i 40 anni, le donne in attesa del primo figlio o prive del coniuge ed i nuclei famigliari con almeno tre figli a carico, potranno far domanda per usufruire del contributo per l’acquisto della prima casa. La somma erogata sarà proporzionale al costo dell’immobile ed oscillerà tra un minimo di 5.000 ad un massimo di 6.000 euro.

La sola Regione Molise ha stanziato circa 3 milioni di euro per lo stesso fine e contribuirà ad aiutare oltre 100 famiglie che tra il 1999 ed il 2004 avevano contratto un mutuo per un importo uguale o superiore alla metà del costo dell’alloggio.

Fonte: Help Consumatori

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna