Nuove regole per il diritto di recesso: cosa cambia per i pagamenti rateizzati

News 0 11

Nel corso del secondo trimestre del 2011 entrerà finalmente in vigore una nuova direttiva europea per il mercato del credito a consumo. La novità è stata accolta molto positivamente dalle associazioni dei consumatori, sempre preoccupate di garantire acquisti sicuri e pagamenti rateizzati trasparenti.

Il decreto in oggetto ha ridefinito i prerequisiti dei soggetti finanziatori al fine di tutelare sempre più il consumatore. Se al momento sono presenti sul mercato due categorie di istituti finanziari, una la Banca d’Italia e l’altra autorizzata dall’ufficio italiano cambi, la nuova legge prevede che il controllo venga effettuato dalla sola Banca d’Italia e che venga costituito un albo professionale che li inglobi.

Alcune modifiche saranno apportate anche alla modalità del diritto di recesso: sarà possibile effettuarlo entro 14 giorni dalla stipula del contratto e non prevederà l’obbligo di spedizione da parte del consumatore, infatti basterà semplicemente informare la finanziaria circa il rifiuto del prestito e del pagamento del bene.

E’ prevista la rescissione del contratto anche in tempi successivi, e se la somma è inferiore a 10 mila euro l’operazione sarà gratuita altrimenti, per importi superiori, la penale non potrà superare l’1% .

Anche il segretario generale di Adiconsum, Fabio Picciolini, si dice soddisfatto delle modifiche effettuate poiché finalmente esse vedono il consumatore maggiormente tutelato. A quest’ultimo si chiede solo di essere più attento e responsabile nella scelta dell’acquisto da compiere e di non cadere spesso nella tentazione di comprare ben oltre le sue reali capacità reddituali.

Fonte: Business Online

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna