Contributi imprenditoria femminile in Friuli

Aziende 0 11

Un nuovo bando è stato pubblicato dalla Regione Friuli-Venezia Giulia, relativo alla possibilità di ottenere contributi fino ad un massimo di 30.000€ per l’imprenditoria femminile.

Il bando nel dettaglio

L’importo massimo erogabile dalla Regione, come detto su, è di trentamila euro, ma si può fare richiesta anche per cifre più esigue fino ad un minimo di 2.500€: in qualsiasi caso, il finanziamento a fondo perduto potrà coprire solo il 50% delle spese effettuate.

Contributi Imprenditoria femminile in FriuliCon tale cifra sarà possibile finanziare tutte le spese relative all’attività, come ad esempio l’acquisto di attrezzature, computer, hardware e software, strategie promozionali (inclusi investimenti nel settore web, come la realizzazione di un sito internet aziendale), le spese di allaccio alle utenze e le consulenze professionali. Non sono ammesse invece le spese relative al personale, i viaggi, l’acquisto di merce per il magazzino, beni immobili, beni usati, IVA, interessi ed acquisti effettuati in precedenza.

Chi può accedere ai contributi

Tutte le imprese il cui titolare è una donna regolarmente iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della richiesta e che abbiano la sede in uno dei comuni del Friuli.

Come richiedere il contributo

Le richieste di contributo potranno essere presentate a partire dal 15 Febbraio di quest’anno; il termine massimo per la presentazione delle domande è il 31 Maggio 2012.

Le domande, redatte sull’apposito modulo (allegato al bando in fondo a questa pagina), dovranno essere presentate a:
Direzione Centrale attività produttive
Servizio sostegno e promozione comparto produttivo industriale
via Trento, 2 – 34132 Trieste TS

Le modalità di consegna previste sono: posta certificata, raccomandata a-r, posta ordinaria, raccomandata, Postacelere 1 plus.

Fonte: Bollettino Ufficiale del 4 Gennaio 2012

Trova contributi per Regione

Sardegna Lazio Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Liguria Umbria Marche Abruzzo Toscana Emilia Romagna Veneto Molise Friuli Venezia Giulia Trentino - Alto Adige Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Sardegna