La Cessione del Quinto dello Stipendio quale particolare forma di prestito personale vanta una storia piuttosto antica; essa nasce con l’Unità d’Italia, precisamente nel 1861, per volontà del re Vittorio Emanuele II al fine di elargire benefici ai dipendenti dello Stato nascente.

Cessione del quintoNella sua forma attuale la cessione del quinto è regolamentata dai DPR 180/1950 e 895/1950 e recentemente aggiornata alla Legge 14 maggio 2005, n.80 Recante disposizioni urgenti nell’ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale.

Questa tipologia di prestito è destinata a tutte le categorie di lavoratori statali, para-statali e delle aziende private nonché, come previsto dall’aggiornamento legislativo del 2005, ai pensionati di tutti gli Enti Pensionistici che non abbiano superato il 90esimo anno di età.

Dettagli: cessione del quinto

Come suggerisce chiaramente la sua denominazione, la cessione del quinto prevede che il rimborso del prestito avvenga con trattenuta effettuata direttamente in busta paga per un valore massimo di 1/5 dello stipendio mensile netto per una durata massima continuativa di 120 mesi. Nello specifico il termine della durata deve coincidere con la cessazione del rapporto di lavoro e il pensionamento con l’eccezione dei dipendenti ministeriali, i quali possono avvalersi del diritto di estinguere il debito in una unica soluzione o di trasferirlo sulla pensione.

L’importo detratto mensilmente, con tasso d’interesse fisso dal legislatore, una volta determinato contrattualmente resta il medesimo per tutta la durata del finanziamento.

La disciplina di settore del Decreto Legislativo n.385 del 1993 (Testo unico delle leggi Bancarie) identifica nelle sole banche e negli intermediari finanziari regolarmente iscritti presso l’elenco dell’Ufficio Italiano Cambi, gli unici soggetti abilitati ad erogare finanziamenti , per cui il primo passo da compiere se si desidera usufruire di questa forma di prestito sarà rivolgersi ad una società di Mediazione Creditizia iscritta all’apposito albo.