Mutui per acquisto prima casa

L’acquisto di una casa è una spesa che sempre più raramente si compie senza aver prima ottenuto un mutuo indispensabile alla copertura totale o parziale dei costi. Per fortuna nel caso specifico dell’acquisto di una prima abitazione è possibile avvalersi di una grande quantità di incentivi periodicamente proposti anche dalle stesse regioni e tra i quali a volte è persino difficile riconoscere il più utile alle proprie esigenze.

Mutui sulla prima casa: aggiornamenti 2010

Tra le facilitazioni all’acquisto più importanti ricordiamo l’agevolazione fiscale,  oggetto quest’anno d’importati novità. Le agevolazioni fiscali prima casa 2010 permettono di fruire di uno sconto fiscale che porta l’imposta di registro al 3% e le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa di 168 euro con un risparmio di imposta notevole. Ovviamente per l’ottenimento dei vantaggi previsti è necessario predisporre di determinati requisiti: innanzitutto l’abitazione in questione non deve rientrare nella categoria di abitazioni di lusso e deve essere ubicata nel comune di residenza dell’acquirente (nel caso non fosse così egli ha 18 mesi dalla data di acquisto dell’immobile per effettuare il cambio di residenza); è altresì necessario che quest’ultimo non risulti proprietario di altri beni immobili né che abbia usufruito in passato di analoghe forme di agevolazioni.

Il governo italiano ha recentemente presentato una nuova iniziativa: già dallo scorso 15 novembre  si può presentare la domanda di accesso al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa. Tale normativa prevede che, a fronte di circostanze eccezionali ed impreviste che obbligano il mutuatario alla sospensione del pagamento delle rate, il Fondo provvederà al rimborso all’istituto di credito interessato i costi per oneri notarili e finanziari, di norma sostenuti dal beneficiario ma anticipati dalla banca.