Il mercato finanziario ed il ricco panorama delle formule di prestito, presentano tante soluzioni per quante categorie professionali necessitano del servizio. L’ENAM, l’Ente Nazionale di Assistenza Magistrale, ad esempio eroga i suoi servizi a tutti i propri iscritti, nello specifico insegnanti di scuola dell’infanzia, insegnanti  elementari e dirigenti scolastici in servizio o in pensione.

EnamAi sensi dell’articolo unico della legge 21.2.1963 n. 360 e come regolamentato dallo statuto, l’ente concede piccoli prestiti il cui importo non può eccedere quello di due mensilità dello stipendio in godimento, comprensive degli assegni a carattere continuativo e fisso, estinguibili in ventiquattro rate mensili per una delle seguenti motivazioni:

  • nascita o adozione di figli;
  • matrimonio del dipendente o dei figli
  • decesso di familiari;
  • malattie gravi del dipendente o dei suoi familiari;
  • acquisto prima casa;
  • operazioni si manutenzione straordinaria della propria casa;
  • mutuo in corso (solo mutuo prima casa);
  • cure odontoiatriche per il dipendente o per familiari a carico;
  • trasferimento di residenza;
  • acquisto di un’automobile;
  • frequenza dell’università del dipendente o dei figli;
  • eventi straordinari che possano determinare per il richiedente un particolare stato di necessità.

Sulla somma erogata dall’ENAM vengono trattenute d’anticipo l’1% dell’importo lordo del prestito per spese di amministrazione e fondo di garanzia e l’ammontare degli interessi al tasso annuo dell’1,50%.

Oltre che sostenere i suoi iscritti in casi di difficoltà propriamente personali, quindi attraverso prestiti, più in particolare lo scopo dell’E.N.A.M. è quello di fornire ausilio a chiunque operi nel campo della formazione scolastica favorendo il sostegno alle attività finalizzate alla formazione professionale attraverso un ricco elenco di borse di studio e di assegni di ricerca in favore di dirigenti scolastici ed insegnanti di scuola elementare e materna tra i quali borse per la frequenza di corsi universitari post- laurea, per corsi all’estero e per trimestri sabbatici finalizzati alla qualificazione professionale.